Centro di Ricerca Rene e Trapianto - home

Centro di Ricerca Rene e Trapianto.

Il Centro di Ricerca "Rene e Trapianto", nasce e viene sostenuto per volontà della ONLUS Associazione SUD Italia Trapiantati (A.S.I.T.). L'Associazione ha lo scopo di:

  • Favorire l'aggiornamento e sostenere la ricerca in campo nefrologico e non;
  • Promuovere iniziative di carattere scientifico, sociale, educativo e culturale;
  • Sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema del trapianto, sui problemi etico deontologici connessi al trapianto di organi;
  • Organizzare l'aiuto morale e psicologico verso chi è in attesa di trapianto nonché sostenere iniziative tra coloro che hanno subito il trapianto, coloro che hanno donato gli organi e le loro famiglie.

La frequenza delle malattie renali croniche che evolvono verso l’insufficienza renale cronica è in netto aumento, in questi ultimi anni, in tutti i Paesi del mondo.
Quando l’insufficienza renale arriva al suo stadio terminale, sono possibili terapie salvavita quali il trattamento cronico (Emodialisi e/o Dialisi Peritoneale) ed il trapianto di rene sia da cadavere che da donatore vivente.

Il costo della dialisi purtroppo è molto elevato, così come i costi sociali a causa degli effetti di una epidemiologia della malattia renale in forte crescita in tutti i paesi. Tale drammatica situazione ha indotto i ricercatori di tutto il mondo a intensificare gli sforzi per tentare di prevenire l’insorgenza delle malattie che più frequentemente provocano l’insufficienza renale cronica evolutiva, o almeno rallentarne la progressione verso la fase terminale.

Il progresso della ricerca scientifica è l’unica soluzione possibile per la realizzazione di tale obiettivo.
Gli sforzi sono oggi concentrati soprattutto sulle malattie renali che più frequentemente colpiscono la popolazione e sono la causa di più del 50% delle insufficienze renali terminali.

Si tratta, in particolare, delle malattie vascolari, quali l'ipertensione e l'aterosclerosi, il diabete di tipo II, l'obesità e, soprattutto nell’età pediatrica e giovanile, delle glomerulonefriti croniche, delle nefropatie interstiziali e delle malattie reanali a trasmissione ereditaria.

Grazie ai contributi dell’AO "Annunziata" di Cosenza, della Confindustria - Cosenza, delle ONLUS ANCE Fondazione Lucchetta e ASIT, è sorto presso la stessa Azienda Ospedaliera, il Centro di Ricerca "Rene e Trapianto" dove medici, biologi, epidemiologi, genetisti e nutrizionisti lavorano per contribuire a rallentare e/o prevenire l’evoluzione delle malattie renali sia su rene nativo che sul rene trapiantato.

Gli stessi ricercatori del Centro lavorano, in modo molto qualificato, in stretta collaborazione con Istituzioni Universitarie varie, altri laboratori di ricerca italiani e stranieri, con risultati pubblicati su numerose riviste scientifiche nazionali ed internazionali. L’attività di ricerca viene svolta partecipando anche a progetti finanziati in modo indipendente da multinazionali e grazie all’acquisizione di grant attraverso la partecipazione a bandi di ricerca offerti da varie istituzioni pubbliche e private.