Studio dei potenziali effetti protettivi dei polifenoli contenuti nell’olio extravergine di oliva nel danno indotto dal glucosio sulle cellule mesoteliali

Nelle prime fasi del trattamento dialitico peritoneale, le cellule mesoteliali che rivestono la cavità peritoneale, in seguito alla cronica esposizione al glucosio contenuto nelle sacche di dialisi, mostrano una perdita progressiva del fenotipo epiteliale e acquisiscono caratteristiche mio-fibroblasto-simili, attraverso un processo di transizione epitelio-mesenchimale.

Le cellule mesoteliali che hanno subito un processo di EMT acquisiscono maggiori capacità migratorie ed invasive, che permettono a queste cellule di invadere lo stroma sotto-mesoteliale, dove contribuiscono alla fibrosi peritoneale e all'angiogenesi conducendo, infine, al fallimento della tecnica dialitica peritoneale.

É stato dimostrato che gli estratti polifenolici contenuti nell’olio extravergine di oliva, contrastano efficacemente i processi di EMT nelle cellule di carcinoma mammario resistenti alle comuni terapie oncologiche e possono contrastare anche la EMT oncogenica e fibrogenica TGF-β relata.

Noi abbiamo testato gli effetti di estratti polifenolici ricavati da olio extravergine d’oliva, su cellule mesoteliali umane immortalizzate esposte a concentrazioni note di glucosio, equiparabili a quelle contenute nelle sacche di dialisi. Inoltre, tali effetti sono stati testati anche su un pool di cellule mesoteliali isolate dall’effluente di pazienti in trattamento dialitico peritoneale, previa caratterizzazione con citofluorimetro delle medesime. I nostri dati preliminari dimostrano che nei nostri due sistemi cellulari in vitro, l’estratto polifenolico previene e/o mitiga l’espressione dei principali marcatori di EMT.